DIABLO IV: TUTTI I DETTAGLI DEL NUOVO TITOLO BLIZZARD

DIABLO IV: TUTTI I DETTAGLI DEL NUOVO TITOLO BLIZZARD

Dal palco dell’Anaheim Convention Center, in California, in occasione della BlizzCon2019, Blizzard Entertainment ha infiammato il cuore degli appassionati della serie hack ‘n’ slash più amata di tutti i tempi annunciando, finalmente, Diablo IV.

Blizzard ha mostrato due differenti trailer di Diablo IV: uno, splendido, in CG, che mostra la terrificante evocazione di Lilith. L’altro, più breve, che svela le prime ed inedite scene del gameplay (in calce alla notizia).

IL RITORNO DI LILITH

In Diablo IV lo scopo ultimo dell’avventura sarà quello di annientare Lilith, una vecchia conoscenza della serie, apparsa durante il Pandemonium Event di Diablo 2 tanti anni fa, condannata all’esilio per secoli e secoli. Lilith, figlia di Mefisto, progenitrice dell’umanità, sorella di Lucion, regina delle Succubi e, soprattutto, colei che ha creato il mondo di Sanctuarium, con l’aiuto dell’Arcangelo Inarius.

Come mostrato dallo splendido filmato in CG riportato in calce, la terrificante creatura viene evocata nelle profondità di una tomba dimenticata nel tempo. Le viscere dei malcapitati che, a caccia di tesori, involontariamente danno vita agli eventi, si contorcono nell’aria fino a formare un agghiacciante triangolo di sangue, dal quale, come attraverso un velo, il tratto di Lilith prende vita.

Dall’Abisso aneliamo al tuo avvento
In tre discendono
In tre ti aprono la via
Con il sangue degli offerenti
Ti richiamiamo a noi

[Evocazione di Lilith – Diablo IV]

LE CLASSI

Sappiamo per certo che Diablo IV offrirà inizialmente 5 differenti Classi, tre delle quali sono state svelate durante l’evento:

I giocatori potranno vestire i panni del Barbaro, incline alla forza bruta e ai combattimenti ravvicinati, come da tradizione, l’Incantatrice, abile nell’utilizzo di magie di varia natura (fuoco, ghiaccio, fulmine) ed infine, il Druido, un essere mutaforme in grado di trasformarsi in una bestia feroce (a quanto ne sappiamo oggi, in Orso ed in Lupo). Per ogni Classe si potrà scegliere il sesso e (novità!) diversi modelli precostruiti in base all’etnia selezionata.

La crescita del proprio personaggio sarà fortemente basata sullo sviluppo delle Abilità e dei Talenti. Le Abilità saranno suddivise in 6 diverse Categorie, mentre i Talenti andranno sviluppati attraverso una classica struttura ad albero. Dalla versione di prova di Diablo IV mostrata al pubblico alla BlizzCon 2019, saranno circa 25 i talenti presenti, ognuno dei quali potrà essere potenziato per 5 volte, prima di raggiungere il suo picco.

Infine, saranno ancora presenti le Rune per Castoni su Armi e Armatura, ed una novità interessante risiede nel fatto che alcune di queste Rune scateneranno degli effetti particolarmente distruttivi soltanto se utilizzate in combinazione con altre. Le pozioni, almeno nella versione di prova mostrata all’evento Blizzard, non saranno più infinite (come in Diablo III) ed è stata aggiunta la Schivata, grazie alla quale sarà possibile evitare attacchi nemici di particolare violenza.

NOVITA’ DEL GAMEPLAY

Diablo IV, come confermato dalla stessa Blizzard, sarà un gioco always online, dunque sarà il caso di farvene da subito una ragione; la connessione ad Internet sarà assolutamente necessaria per accedere al gioco. Non sarà possibile avviare Diablo IV senza essere connessi.

Questa scelta, come spiegato dagli sviluppatori, è giustificata dal fatto che Diablo IV sarà molto simile ad un classico MMORPG (pur mantenendo una struttura da Hack ‘n’ Slash). Parliamo dunque di un mondo di gioco Open-World, con Campagna non lineare, e ben 5 diverse Regioni da visitare. Il mondo di gioco sarà particolarmente vasto e non dovrebbe essere presente alcun tipo di caricamento tra una zona del mondo e l’altra. L’aumentare delle dimensioni del mondo di gioco ha portato gli sviluppatori, inevitabilmente, ad inserire delle cavalcature, per eseguire spostamenti più rapidi verso la zona d’interesse (come si vede nel trailer gameplay).

  • Diablo IV
  • Diablo IV
  • Diablo IV
  • Diablo IV
  • Diablo IV

Il mondo di Sanctuarium vanterà per la prima volta nella serie il ciclo giorno/notte ed il meteo dinamico. Capiterà, dunque, di avviare una missione alle prime luci dell’alba, trafitti da scintillanti raggi solari, per poi terminarla sotto la gelida e pallida luce della luna, sotto una pioggia torrenziale.

In un contesto Open-World, come quello di Diablo IV, non possiamo ancora pronunciarci sulla possibile struttura dei vari Dungeons (saranno procedurali come da tradizione…? Impossibile ad oggi saperlo). Sappiamo però che, disseminate nel mondo di gioco, saranno presenti delle piccole Città che fungeranno da Punti di ritrovo, dove conoscere nuovi giocatori, invitarli ad unirsi in una nuova missione (PvE o PvP) e avviare trattative per l’acquisto e la vendita delle merci (Blizzard non si è ancora espressa sulla possibilità del ritorno della Casa delle Aste).

LA GRAFICA DI DIABLO IV

Il comparto grafico di Diablo IV segna un netto passo avanti per la serie. Il nuovo capitolo mette in mostra i suoi muscoli con centinaia di effetti particellari a schermo, resi più epici da un’impeccabile gestione di luci e ombre in tempo reale.

Tra uno scontro e l’altro abbiamo potuto ammirare delle splendide cutscene realizzate con lo stesso motore di gioco, che fanno risultare Diablo IV decisamente al passo con i tempi. Una cosa è certa: già da ora ogni imitazione di Diablo, dalla più pallida alla più riuscita, non può semplicemente reggere il paragone per qualità degli effetti visivi e per la splendida direzione artistica iniettata da Blizzard nelle vene della sua nuova creatura.

DIABLO IV
DATA DI LANCIO

Blizzard non ha purtroppo comunicato la data d’uscita di Diablo IV, né tantomeno una finestra di lancio approssimativa. Il nuovo capitolo della serie dovrebbe essere pubblicato su PC, PlayStation 4 e Xbox One, ma alcuni indizi (come ad esempio la volontà degli sviluppatori nell’offrire un mondo di gioco aperto, privo di caricamenti tra le diverse aree) fa pensare che Diablo IV potrebbe addirittura essere lanciato direttamente per PlayStation 5 e Xbox Scarlett (le nuove console di Sony e Microsoft, infatti, vanteranno dei potenti Hard Disk SSD iperveloci, progettati appositamente per ridurre al minimo – o eliminare del tutto – ogni forma di caricamento nei videogiochi di nuova generazione).

Prima di lasciarvi ai due trailer di Diablo IV, vi ricordiamo che dal prossimo 5 novembre sarà in vendita lo splendido libro illustrato The Art of Diablo, contenente centinaia di artwork dedicati a Diablo, Diablo II, Diablo III e Diablo IV.

Giuseppe Fragola

Dall'ormai lontano 1997 abbatto Draghi virtuali, salvo Principesse, mando in visibilio gli stadi di mezzo mondo a suon di gol e anniento avversari con ogni mezzo a disposizione (dagli hadouken alle spade infuocate). Non vedo ragione per smettere, quindi continuo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *